Archivi per la categoria: Uncategorized

Si è svolta ieri presso l’ITT “L. Da Vinci” di Viterbo la prima delle due giornate di formazione per docenti dedicate al progetto “Percorsi di Educazione alla Salute”, che la Asl di Viterbo ha messo a disposizione delle scuole aderenti al Rete Scuola-Movimento-Sport-Salute che sono state coordinate dalla professoressa Letizia Falcioni, in rappresentanza dell’Ufficio scolastico di Viterbo.il convengno
Ad introdurre i lavori, accogliendo i docenti referenti del progetto per i vari istituti, il dott. Luca Damiani, dirigente scolastico del “Da Vinci”, che si è detto lieto di aver messo a disposizione le strutture dell’Istituto per la realizzazione di un progetto tanto importante per gli studenti.
Di seguito, il dott. Giovanni Chiatti, direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl, ha ribadito la fondamentale valenza sociale del benessere psicofisico delle persone, rimarcando come la Scuola possa giocare un ruolo fondamentale nel formare cittadini più attenti alla propria salute nell’interesse dell’intera comunità.
La prima giornata di formazione è stata dedicata al tema: “Alimentazione – Promozione della Salute nei luoghi del lavoro” ed ha avuto come relatori i dottori Maurizio Tosi, Vincenzo Presciutti e Stefania Villarini.
presentazioneQueste le Scuole partecipanti al progetto.
Per quanto riguarda gli Istituti di I grado: IC Dante, IC San Giovanni Bosco, IC I. Ridolfi, IC Piazza Marconi, IC A. Marchini, IO Orte, IC P. Egidi, IO F.lli Agosti, IC E. Monaci, IC S. Canevari, IC A. Molinaro, IC L. Fantappie’, Scuola Santa Maria Del Paradiso, IC P.Ruffini, IC G. Nicolini, IC Bassano Romano, IC Paolo III, IC Falcone e Borsellino, IC A. Scriattoli, IC Pio Fedi, IC Carmine, IC A. Stradella, IC Via Ruspantini, IC A. Moro
Per il II grado: ITE P. Savi, ITT L. Da Vinci , IIS U. Midossi, IIS G. Colasanti, Istituto San Benedetto, IIS V. Cardarelli, IIS A. Farnese, IIS F. Orioli, Liceo Scienze Umane S. Rosa, IIS Dalla Chiesa, Istituto J.J. Rousseau, Liceo Cardinal Ragonesi,
La seconda giornata di formazione si terrà giovedì 21 novembre, sempre presso le strutture messe gentilmente a disposizione dall’ITT “L. Da Vinci”, e tratterà del tema: “Il Tabagismo“.
Il progetto della Asl di Viterbo ha durata triennale ed ogni anno tratterà di due diversi argomenti legati alla Salute.

Giancarlo Guerra

La squadra dell’IC “L. Fantappiè” di Viterbo, guidata dai Proff. Daniela Cerasi, Alessandra Bartoletti, Antonella Casciani e Luciana Bocci si aggiudica il proprio girone di qualificazione e si qualifica per disputare la finale del “Trofeo Città di Viterbo” in programma il 3 giugno 2020 a cui sono ammesse le quattro squadre vincitrici dei rispettivi gironi provinciali.

L’evento rientra nella programmazione del Progetto “Scuola-Movimento-Sport-Salute” per la realizzazione del quale si sono unite in un accordo di rete tutte le Scuole di I grado della Provincia di Viterbo e del quale è “capofila” l’IC “L. Fantappiè” di Viterbo. Tale Progetto è patrocinato dai seguenti Enti: CONI Lazio, CIP Lazio, Amm.ne Provinciale di Viterbo, Comune di Viterbo, ASL di Viterbo, Ordine dei Medici di Viterbo, Panathlon Club di Viterbo, UIL Scuola di Viterbo ed è sostenuto dall’Ufficio Scolastico Provinciale.

Oltre alla squadra vincitrice, hanno preso parte all’incontro la squadra dell’IC “P. Egidi” di Viterbo guidata dai Proff. Annamaria Esposito, Sergio Burratti, Germana Peverini e Maria Maddalena De Caprio; la squadra dell’IC “Carmine”, guidata dai Proff. Valerio Faccenda, Milena Biaggi e Angela Bellino e la squadra dell’IC “Pio Fedi” guidata dai Proff. Paola Durante, Luca Scipioni, Orlando Serafini e Massimo Agneni. Ciascun Istituto ha schierato una rappresentativa di 40 elementi, che si sono confrontati nelle seguenti discipline: “acquacanestro” (un gioco propedeutico alla pallanuoto), pallavolo, pallamano e calcio a 5. Le gare si sono svolte presso il CUS Viterbo e la piscina MGM Pool. Per ciascuna disciplina si è svolto un torneo “all’italiana” e al termine degli incontri è stata stilata la classifica finale sulla base dei punteggi riportati da tutte le squadre in campo. Questa la classifica per ciascuna disciplina:

Acquacanestro”: 1° Fantappiè – punti 4; 2° Pio Fedi – punti 3; 3° Carmine – punti 2; 4° Egidi – punti 1;

Beach volley: 1° Fantappiè– punti 4; 2° Egidi – punti 3; 3° Pio Fedi – punti 2; 4° Carmine – punti 1;

Calcio a 5: 1° Egidi – punti 4; 2° Pio Fedi – punti 3; 3° Fantappiè – punti 2; Carmine 4°– punti 1;

Pallamano: 1° Pio Fedi– punti 4; 2° Egidi – punti 3; 3° Fantappiè – punti 2; 4 ° Carmine – punti 1;

La classifica finale ha visto quindi a pari merito con 12 punti la Fantappiè e la Pio Fedi: solo al conteggio della miglior classifica nelle quattro discipline ha prevalso la Fantappiè, con 2 primi posti a 1. Segue la Egidi con 11 punti e il Carmine con 5 punti.

Carmine IV classificato

Pio Fedi II classificata

Fantappiè I classificata

I partecipanti

I docenti

Al momento delle premiazioni svoltesi presso il CUS sono intervenuti per il CONI Lazio Antonio Luisi e per la FIPAV Matteo Antonucci e Alessio Proietti Palombi, quest’ultimo ha curato in particolare lo svolgimento degli incontri di beach volley. Tutti hanno avuto parole di elogio verso i ragazzi e di incoraggiamento a proseguire nella pratica sportiva e hanno confermato il loro fattivo sostegno alle attività della Rete delle scuole. Per l’Ufficio Scolastico provinciale era presente la Professoressa Letizia Falcioni che ha ringraziato gli insegnanti accompagnatori per l’ottima preparazione delle squadre e per tutto il lavoro organizzativo svolto e ha ricordato quanti hanno dato il loro fattivo contributo per la buona riuscita della manifestazione: innanzi tutto le Società di gestione degli impianti sportivi ospitanti; il dottor Giuseppe Bagnato che insieme all’Associazione Misericordia di Viterbo ha garantito l’assistenza medico sanitaria; l’intero staff arbitrale composto dai Proff. Gianfranco Proietti direttore di gara, Ilaria Boni e Marco Manfredi e dagli studenti arbitri Farhane, Biagi, Fiocchetti, Pasquali, Miconi, Patrizi, Mecorio, Di Virginio, Gasperini, Zanobi, Casulli. Prossimi appuntamenti i Trofei Città di Montefiascone e Città di Montalto in programma il 5 e il 6 novembre.

Egidi III classificata

Famiglia Cioccolo al gran completo per festeggiare i magnifici 100 anni di Ero.
Nato a Viterbo il 17 ottobre del 1919, nella sua vita ha dovuto assistere suo malgrado agli orrori della seconda guerra mondiale essendo stato
costretto a subire la prigionia.
A festeggiarlo al Salamaro, quartiere dove ha sempre abitato, il figlio Paolo e la nuora Franca, i nipoti Andrea e Rosella, e i figli e pronipoti dei suoi fratelli e sorelle.
Nella foto lo vediamo assieme anche alla sorella Francesca (98) e al fratello
Franco (88). Assente purtroppo per motivi di salute l’altra sorella Maria (96).
Insomma, una mega festa in grande stile che ha riunito ben quattro generazioni!

Auguri Zio Ero!

Giancarlo Guerra

“Cambiamo per il Nostro Futuro”, “Non c’è un Pianeta B”, “La Natura non necessita di Persone, ma le Persone necessitano della Natura”, “Rispetto”, sono solo alcune delle frasi riportate su dei cartelloni che questa mattina centinaia di studenti, nonché di adulti, hanno fatto girare per tutto il centro storico di Viterbo. Partito da piazza del Plebiscito il corteo ha raggiunto il Sacrario e dopo aver percorso via Marconi e sostato in piazza del Teatro ha fatto ritorno al Comune.
Uno sciopero partito tutto da una studentessa svedese di 16 anni, Greta Thunberg, che un giorno ha deciso di non andare più a scuola il venerdì, per mettersi davanti al Parlamento del suo Paese e protestare contro il cambiamento climatico e favorire lo sviluppo sostenibile.
E’ da qui che è nato il “Fridays for Future”, “Venerdì per il Futuro”, con il suo slogan: “Sciopero della Scuola per il Clima”, che ora si è esteso in molti Paesi dove, sempre di venerdì, migliaia di persone scioperano per far sentire la propria voce e per cercare di convincere chi è più in alto di loro a mettere in atto un piano per la salvaguardia dell’Ambiente, per le generazioni presenti, ma soprattutto per quelle future.
Una manifestazione giusta, per alcuni totalmente inutile, a cui anche i cittadini di Viterbo hanno aderito, attraverso urla, parole, slogan, frasi e canzoni, per la riduzione di anidride carbonica, per favorire la raccolta differenziata, per ridurre l’inquinamento, per far sì che tutti vivano in un mondo pulito, libero, sano, in un clima stabile e sereno e dove si possa respirare liberamente aria non “sporca”.
Perché come dice Greta: “Voi avete rubato i miei sogni e la mia infanzia, con le vostre parole vuote, interi ecosistemi stanno collassando. Questa è la crisi più grave che l’Umanità abbia mai subito. Noi dobbiamo anzitutto prenderne coscienza e fare qualcosa il più in fretta possibile per fermare le emissioni e cercare di salvare quello che possiamo. Il potere appartiene al Popolo.”
Avanti tutta per un mondo più pulito!!!
Alessia Fumoso
(Ite Paolo Savi, 5C Afm)

Presentato a Roma “L’arroganza di Eva“, fatica editoriale d’esordio di Lina Falaschi.

Nata a Tuscania nel 1968, Lina, che è una dipendente del Ministero dell’Interno, ha iniziato scrivendo testi di canzoni.0001

“Ho collaborato con Alice Paba vincitrice di The voice 2016 -rivela di sé- e ho partecipato come autrice a diversi concorsi tra cui il premio Lucio Dalla dove il mio brano Facile, interpretato da Giorgia Regina, si è piazzato al terzo posto. Ho partecipato a numerosi concorsi di poesia arrivando più volte in finale al Cet di Mogol”.

Parlaci del tuo libro .

“È una raccolta di poesie, alcune nascono proprio come poesie altre come testi di canzoni. Ognuna ha una rappresentazione grafica a tema realizzata da Sabrina Conti. Si tratta di un viaggio introspettivo, io le chiamo fotografie di vita, alcune accarezzano l’anima, altre arrivano come spade. presentazioneLa spada in copertina simula appunto la penna: ho scritto per rabbia e non potendo usare la spada ho preso la penna. Ho scritto per amore perché ciò che è destinato a finire restasse per sempre su un foglio, non ho mai scritto per gioia perché la gioia è un’ubriacatura la devi vivere al momento”.

L’arroganza di Eva è disponibile su Amazon.

Giancarlo Guerra

Un importante evento lunedì 20 maggio per il Liceo di Tuscania e per alcune classi della Scuola Media Ridolfi: un appuntamento con la Storia e con la musica, una rappresentazione degna di solcare i teatri più prestigiosi.

La sinergia tra la professionalità del regista Sergio Urbani, la genialità del maestro Mario Stendardi, l’entusiasmo dell’oratorio di don Luca e l’impegno della famiglia Fornai, che ha coinvolto nel progetto tanti amici e affezionati, hanno fatto sì che nascesse uno spettacolo corale di alto livello, che ha sorpreso la critica e commosso il pubblico.

Un teatro essenziale, “povero”, senza scenografie e trucco, dove le emozioni sono state veicolate dagli effetti della luce e del colore: il nero dell’abito talare a ricordare la vocazione al sacerdozio, il rosso della veste cardinalizia, il bianco dell’elezione a Pontefice; e ancora le bandiere sventagliate per i viaggi nel mondo e le Giornate della gioventù, in contrasto con il cupo grigiore dell’attentato.

Canto, danza e recitazione per ripercorrere le tappe della vita di un uomo che ha profondamente segnato la storia del Novecento.

Questi i nomi dei ragazzi della “Compagnia Paolo Fornai”: Aurora Montemagni, Benedetta Flemma, Federica Piergiovanni, Giulia Testa, Giuseppe Scevola, Ilaria Pica, Irene Ferrati, Lorenzo Bartolini, Lorenzo Fortugno, Marina Brizi, Martina Sili, Matteo Pierantozzi, Nicol Fano, Nicole Capotosto, Nicoletta Scala, Noemi Melaragni, Serena Laici.

 

Speriamo di vedere presto ospitato questo importante spettacolo nei teatri della Tuscia, con l’augurio che i messaggi veicolati possano diventare significativi nella vita dei nostri giovani studenti.

I fedeli della Comunità cristiano-ortodossa di Viterbo hanno festeggiato la Pasqua, che cade questo anno il 28 aprile.IMG_5875

 

Ed eccoci giunti al culmine della Settimana Santa, al termine della Quaresima, ma allo stesso tempo all’alba di un nuovo inizio.

Dopo aver trascorso una settimana di intense e solenni preghiere, dopo aver vissuto insieme la Passione di Cristo, dopo aver cantato e pianto la sua morte, ecco che annunciamo con grande gioia la Sua Risurrezione e la celebrazione della Santa Messa di Pasqua.

Gesù, nostro Signore, spalanca le porte dell’inferno e fa risuscitare i morti, donando loro la vita eterna!

Poco prima dello scoccare della mezzanotte, il sacerdote, uscendo dalla chiesa, porta in mano un cero acceso che poi trasmetterà a tutti i fedeli che attendono con le candele in mano, annunciando per tre volte: “Venite e prendete la Luce!”.

Così, con le candele accese e i cuori gioiosi, ascoltiamo in silenzio la parola del Vangelo, ricevendo la notizia della Risurrezione di Cristo. Poi si rientra e si prosegue con la Santa Liturgia.

Al termine, si benedicono i cesti con i cibi tradizionali che vengono portati dai fedeli, per essere poi riportati a casa e consumati insieme alla famiglia.

Cristo è Risorto!!!

Andreea Bianca Joian